1. Libri

    image
  2. MessaMeditazione

    image
  3. Prodotti

    image

Estratto Foglietto

Domenica 29 Luglio 2018 | XVII del Tempo Ordinario (B)

«UN SOLO PANE PER TUTTI»

LETTURA

La tensione Uno-Tutti – presente nel brano agli Efesìni – si risolve nell’Eucaristia, tema principale di questa domenica. L’Eucaristia tra le altre sue ricchezze ha quella di essere segno di unità. L’attenzione verso gli altri testimoniata dal profeta Eliseo e, in sommo grado da Gesù nel brano giovanneo, ci riporta a questa dimensione assolutamente non secondaria del Banchetto Eucaristico così cara alla fede cattolica tanto da comparire nell’antico scritto della Didachè: “Come questo pane spezzato era disperso sui monti e, raccolto, è divenuto uno, così la tua Chiesa sia raccolta dalle estremità della terra nel tuo regno” (9,4).

MEDITAZIONE

Marco è sostituito da Giovanni del quale leggeremo tutto il sesto capitolo, dedicato alla presentazione del Pane di Vita. Il brano odierno è così denso di motivi di riflessione che appare necessario fare delle scelte. È interessante rilevare, per esempio, la volontà di coinvolgimento che Gesù esprime. Il Maestro, pur sapendo bene “quello che stava per compiere”, si rivolge a Filippo perché possa fare l’esperienza di farsi carico delle necessità di quelli che lo seguono. Si può qui intravedere l’invito rivolto ai pastori della Chiesa di lasciarsi interrogare dai bisogni del popolo santo di Dio. In fondo, Filippo come Andrea è un membro del collegio apostolico che ha nei vescovi i suoi continuatori. La sinodalità è espressa dal coinvolgimento a cascata di Andrea e dell’ignoto ragazzo. La soluzione, appena intravista, è valorizzata da Gesù che riprende la situazione sotto il suo controllo. Colpisce che, a differenza di Eliseo e discostandosi dalle altre narrazioni del medesimo episodio, è Gesù solo che distribuisce direttamente il pane e i pesci. Ancora una volta la tensione Uno-Tutti. È davvero ciò che accade in ogni Eucaristia dove pur nella diversità dei luoghi, dei tempi e dei contesti è il medesimo Cristo che sfama coloro che sono “seduti” al banchetto dove Lui è servo e cibo. Immediatamente dopo i discepoli vengono coinvolti nuovamente nel raccogliere i pezzi avanzati: è infatti compito della Chiesa non disperdere la ricchezza del Pane di vita così sovrabbondantemente avanzato. In questa logica di comunità si comprende il rifiuto di Gesù di essere considerato il monarca: l’unico che governa. Per sè infatti ha riservato solo il ruolo umile di servo come farà nell’Ultima Cena.

 

PREGHIERA

Grazie Padre nostro, per la vita e la conoscenza che rivelasti per Gesù servo tuo. A te gloria nei secoli. Come questo pane era sparso ovunque, e ora – raccolto – è diventato una cosa sola, così si raccolga la tua Chiesa dagli estremi della terra nel tuo regno: perché tue sono la gloria e la potenza per Gesù Cristo nei secoli (Didachè).

AGIRE

Coinvolgerò qualche fratello nel soddisfare le necessità di chi si trova nel bisogno.

Don Carlo Cassatella, sdb

Preghiera dei fedeli

Fratelli e sorelle, come la gente del Vangelo, siamo attorno al Signore, bisognosi della sua amicizia e del tuo pane. A lui rivolgiamo le nostre preghiere.

Preghiamo insieme e diciamo:

R/. Signore, pane di vita, ascoltaci.

  1. 1. Signore Gesù, siamo affamati ed affaticati: donaci di incontrarti nel Pane della tua Parola e del tuo Corpo, l’unico che veramente può saziare la nostra fame e lenire le nostre fatiche e sofferenze. Noi ti preghiamo. R/.
  1. 2. Signore Gesù, tu ci chiami a collaborare alla tua missione come gli apostoli: apri la nostra mente e il nostro cuore per essere capaci di testimoniarti con le parole e con le opere. Noi ti preghiamo. R/.
  1. 3. Signore Gesù, tanti nostri fratelli nel mondo chiedono pane da mangiare, giustizia e libertà per vivere; fa’ che ogni legittima aspirazione trovi risposta. Noi ti preghiamo R/.
  1. 4. Signore Gesù, donaci la grazia di riconoscere e apprezzare i tuoi doni: la vita, l’affetto, il lavoro, il riposo, la natura, le persone, l’amicizia, la tua presenza nella Chiesa. Noi ti preghiamo. R/.

Pieni di fiducia in te, ti consegniamo, o Signore, le nostre invocazioni, perché tu le compia secondo la tua volontà. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

Calendario liturgico settimanale

30 luglio – 5 agosto 2018
XVII del Tempo Ordinario – I del salterio

 

Lunedì 30 – S. Pietro Crisologo, mf

S. Leopoldo Mandic | S. Orso

[Ger 13,1-11;Sal: Dt 32,18-21; Mt 13,31-35]

 

Martedì 31 – S. Ignazio di Loyola, M

S. Fabio | S. Calimero | S. Giustino | S. Germano

[Ger 14,17b-22; Sal 78; Mt 13,36-43]

 

Mercoledì 1 – S. Alfonso M. de’ Liguori, M

S. Felice | S. Severo | S. Pietro Favre

[Ger 15,10.16-21; Sal 58; Mt 13,44-46]

 

Giovedì 2 – Feria - S. Eusebio, mf

S. Pier Giuliano Eymard, mf | S. Stefano I | S. Rutilio | S. Massimo

[Ger 18,1-6; Sal 145; Mt 13,47-53]

 

Venerdì 3 – Feria

S. Aspreno | S. Eufronio | S. Pietro di Anagni | S. Martino
[Ger 26,1-9; Sal 68; Mt 13,54-58]

 

Sabato 4 – S. Giovanni M. Vianney, M

SS. Giustino e Crescenzio | S. Eleuterio | S. Onofrio | S. Raniero di Cagli

[Ger 26,11-16.24; Sal 68; Mt 14,1-12]

 

Domenica 5 – XVIII del Tempo Ordinario (B)

S. Cassiano | S. Emidio | S. Osvaldo | S. Paride | S. Venanzio | S. Viatore
[Es 16,2-4.12-15; Sal 77; Ef 4,17.20-24; Gv 6,24-35]

© Copyright Edizioni Art 2015 - Sede Legale - Via Virginia Agnelli 100 - 00151 Roma - P.IVA: 01856010036